Nuove misure a sostegno delle Piccole Medie Imprese

Il decreto ministeriale del 9 Luglio 2020 stabilisce nuove misure a sostegno delle Piccole Medie Imprese (PMI) colpite dalle conseguenze dell’epidemia Covid-19.  

Gli interventi previsti dall’articolo 56 (comma 2) riguardano le esposizioni debitorie delle PMI 

Le principali misure 

  • Mutui e finanziamenti a rimborso rateale: il pagamento delle rate o dei canoni leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020. Il piano di rimborso sarà dilazionato, senza nuovi o maggiori costi per entrambe le parti.  
  • Prestiti non rateali con scadenza precedente il 30 settembre 2020: i contratti sono posticipati fino al 30 settembre 2020 alle stesse condizioni.
  • Aperture di credito a revoca per i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti al 29 febbraio 2020 o alla pubblicazione del decreto Cura Italiagli importi accordati non possono essere revocati fino al 30 settembre 2020.  

Come fare richiesta

E’ necessaria comunicazione alla banca o intermediario che gestisce le esposizioni debitorie per le quali si intende avvalersi delle misure. Le imprese richiedenti dovranno auto-certificare di aver subito carenze di liquidità come conseguenza diretta della pandemia.  

Non possono accedere alle misure elencate le PMI le cui esposizioni debitorie sono classificate come esposizioni creditizie deteriorate alla data di pubblicazione del decreto.  

Per ottenere maggior informazioni puoi consultare il sito FASI – Funding Aid Strategies Investments o contattare il personale di Studio Gambera.