POR FESR 2014/2020. Azione 3.3.4. Contributo a fondo perduto per la riqualificazione e la valorizzazione delle imprese che operano nel settore del commercio al dettaglio e della somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.

AREA GEOGRAFICA: Emilia Romagna

SETTORI DI ATTIVITÀ: Commercio

BENEFICIARI: PMI, Micro Impresa

SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Consulenze/Servizi

TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto

PROSSIMA APERTURA | In fase di attivazione

La Regione Emilia Romagna intende favorire e promuovere la riqualificazione e la valorizzazione delle attività commerciali e di pubblico esercizio presenti nel proprio territorio in considerazione dell’importanza che tali attività rivestono nel preservare il senso di comunità e il normale svolgimento delle condizioni di vita sociali ed economiche dei centri abitati nonché del loro ruolo come fattore determinante per l’occupazione e per l’attrattività dell’offerta turistica e l’aumento della domanda di fruizione del
territorio.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda ed essere beneficiari dei contributi previsti dal presente bando le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, che, al momento della domanda di contributo:

a) esercitano una attività commerciale al dettaglio in sede fissa, anche stagionale, avente i requisiti di esercizio di vicinato;

b) Esercitano, anche in forma stagionale, una attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande

Tipologia di interventi ammissibili

I progetti finanziabili devono essere realizzati in unità locali dedicate all’attività di commercio al dettaglio in sede fissa e/o di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande, situate nel territorio della Regione Emilia-Romagna e prevedere la realizzazione dei seguenti interventi:

a) riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività e delle relative pertinenze;

b) interventi per l’offerta di nuovi prodotti e/o servizi alla clientela e/o per il loro miglioramento o consolidamento anche tramite l’introduzione delle più moderne tecnologie informatiche e digitali (quali ad esempio: sistemi per l’accettazione di pagamenti innovativi, sistemi per l’accettazione di couponing e loyalty, chioschi, totem e touchpoint, sistemi di cassa evoluti e Mobile POS, Electronic Shelf Labeling, digital signage, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di sales force automation, sistemi di in store mobility, sistemi CRM, proximity marketing, sistemi di self-scanning, sistemi di video-collegamenti, sviluppo di canali digitali, di app e mobile site per supportare le fasi di prevendita, vendita post-vendita; siti informativi/e commerce e app/mobile site).

Le spese ammissibili sono:

A) spese per opere edili, murarie e impiantistiche connesse agli interventi di riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività;

B) spese di consulenza relative alla progettazione, direzione lavori e collaudo connesse agli interventi di riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività;

C) spese per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela nonché di sistemi per la vendita di prodotti sfusi e di vuoto a rendere;

D) spese per l’acquisto di dotazioni informatiche (hardware), per l’acquisto di software e relative licenze d’uso, di servizi di cloud computing funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela nonché per la realizzazione di siti internet ed e-commerce, con esclusione delle spese relative alla manutenzione ordinaria, all’aggiornamento e alla promozione;

E) spese per l’acquisto di beni intangibili quali brevetti, marchi, licenze e know how;

F) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti e/o richiesti per la presentazione delle domande.

Entità e forma dell’agevolazione

I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione di investimento
non inferiore a € 15.000,00.

E’ riconosciuto un contributo a fondo perduto nella misura pari al 40% delle spese ritenute ammissibili che può essere incrementata di 5 punti percentuali al verificarsi di derterminate condizioni indicate dal bando.

Scadenza

Sarà possibile presentare domanda:

  • 1° finestra dalle ore 10.00 del giorno 18 febbraio 2020 alle ore 13.00 del giorno 18 marzo 2020
  • 2° finestra: dalle ore 10.00 del giorno 15 settembre 2020 alle ore 13.00 del giorno 29 ottobre 2020