Cos’è il Crowdfunding?

Il Crowdfunding è un microfinanziamento dal basso. Consiste in una collaborazione di un gruppo di persone che utilizza i propri fondi per finanziare un progetto a cui sono interessati. Di solito è utilizzata una piattaforma web.

L’ideatore del progetto utilizzerà quindi i fondi ricevuti per svilupparlo al meglio e portarlo a termine.

 

A cosa serve?

Come già accennato, serve per finanziare progetti di qualsiasi tipo, permettendo all’ideatore di raccogliere i fondi necessari per sviluppare il proprio progetto.

Alcuni esempi di utilizzo sono:

– sostegno in caso di tragedie umanitarie o ambientali;

– sviluppo di Arte e Cultura;

– imprenditoria innovativa;

ricerca scientifica;

sostegno e sviluppo delle Start-Up e delle PMI.

 

Alcuni casi concreti interessanti.

L’ex Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, ha utilizzato il Crowdfunding per finanziare, in parte, la sua campagna elettorale.

Il museo del Louvre di Parigi ha utilizzato il Crowdfunding per acquistare da un collezionista privato “Le tre grazie” di Lucas Cranach.

In Italia è stato utilizzato per ricostruire la Città della Scienza, il polo scientifico di Napoli distrutto da un incendio doloso nel 2013. In questo modo sono stati raccolti oltre 1 milione di Euro.

Questo mezzo era presente anche in passato: alla fine dell’Ottocento la rivista The World di Joseph Pulitzer, lanciò una raccolta di fondi per finanziare il piedistallo e l’installazione della Statua della Libertà. Il Comitato preposto era riuscito a raccogliere solo 150.000 dei 300.000 dollari necessari.

 

Il Crowdfunding si articola in diversi modelli.

Sulla base di ricompense e ritorni è possibile suddividere il Crowdfunding in diverse categorie e modelli:

 

NON FINANZIARIO:

REWARD CROWDFUNDING: a seguito della donazione, il benefattore riceve una ricompensa, che consiste nella possibilità di acquistare il prodotto/servizio finanziato prima che entri nel mercato;

DONATION CROWDFUNDING: la donazione è di carattere filantropico e altruistico, in cambio si potrebbe ricevere un attestato.

 

FINANZIARIO (CROWDINVESTING): ha come controparte una remunerazione del capitale stesso, a titolo di investimento.

  • EQUITY CROWDFUNDING: il finanziatore avrà la possibilità di partecipare al capitale di rischio del progetto finanziato, ad esempio quote di una S.r.l. o azioni di una S.p.a., anche con poco denaro. Molto conveniente se consideriamo che attraverso i metodi tradizionali solo gli investitori professionisti possono trarne vantaggio. Inoltre questo metodo è controllato dalla Consob;
  • INVOICE TRADING: permette agli investitori di acquistare le fatture di un’azienda;
  • REAL ESTATE: consiste nel finanziamento di progetti immobiliari, permettendo di investire una quota piuttosto bassa. Il ritorno consiste nell’acquisto di titoli dell’azienda;
  • ROYALTY: i sostenitori di una determinata iniziativa, a fronte del proprio investimento, andranno a ricevere delle royalties, ad esempio diritti di proprietà intellettuale, ossia una quota parte dei profitti che verranno eventualmente generati in futuro dal progetto finanziato;
  • LENDING CROWDFUNDING: il finanziatore, attraverso una piattaforma web, presta denaro che gli verrà restituito con interessi. Questo processo è totalmente regolamentato dalla normativa sul credito ed è controllato dalla Banca d’Italia.

 

La piattaforma di Lending Crowdfunding più attiva in Europa è OCTOBER (ex Lendix), di cui Studio Gambera è partner ufficiale.

Se sei interessato a finanziare il tuo progetto tramite questa piattaforma, contattaci e faremo una valutazione preliminare, inoltre ti supporteremo nella presentazione della domanda di finanziamento.

 

Per approfondire sui vari modelli di Crowdfunding, visita questi link:

https://www.crowd-funding.cloud/it/tutte-le-tipologie-di-crowdfunding-515.asp

https://www.crowd-funding.cloud/it/crowdinvesting-778.asp

https://www.crowd-funding.cloud/it/royalty-141.asp

https://www.crowd-funding.cloud/it/ricompense-nel-crowdfunding-900.asp

Perché ricorrere al Crowdfunding?

Esso è interamente gestito su piattaforme online, al di fuori dei tradizionali canali bancari che possono risultare complessi e richiedere troppo tempo. Inoltre non sempre si riesce ad ottenere il finanziamento richiesto.

Quindi, in sintesi, i vantaggi sono:

– il processo è semplice e breve;

– l’ottenimento dei fondi è immediato;

non sono previste garanzie personali.

 

“Questo è uno strumento flessibile e semplice che da un lato risponde all’esigenza degli investitori di aggiungere al proprio portafoglio un asset class sinora riservata ai professionali. Dall’altro offre alle PMI l’occasione di finanziare in maniera efficiente i propri piani d’impresa e acquisire credibilità sul mercato dei capitali.” – Dice Dario Giudici, il co­fondatore di SiamoSoci (controllante di Mamacrowd), parlando di Equity (vedi sopra).

 

La crescita del Crowdfunding: dati e prospettive.

Equity Crowdfunding.

Nel 2019 l’Equity (vedi sopra) in Italia ha raccolto 69 milioni di Euro, contro i 41 milioni di Euro nel 2018.

Le campagne finanziate sono 140 (113 nel 2018), gli investitori 18 mila.

Sbarcano in Borsa la piattaforma italiana CrowdFundMe; le aziende CleanBnB (piattaforma per gestione di affitti brevi) che ha raccolto 500.000 Euro e i-RFK (holding di investimento specializzata in Start-Up e PMI innovative) che ha raccolto 2,5 milioni di Euro. Queste due aziende sono state proprio finanziate attraverso CrowdFundMe.

La seconda campagna di Green Energy Storage ha superato i 2,1 milioni di Euro. Questa Start-Up ha sviluppato un sistema di accumulo organico per le energie rinnovabili basato sul chinone. Nel 2017 aveva raccolto 1 milione di Euro. Con 3 milioni di Euro totali, è la società italiana che ha raccolto più fondi tramite l’Equity Crowdfunding.

 

Come possiamo osservare anche dai grafici successivi, i tassi di crescita dell’Equity sono favorevoli e tra tutti gli strumenti di raccolta, è quello che raccoglie più fondi.

Si prospetta per il 2020 un ulteriore aumento dei progetti, fondi raccolti e investitori.

 

Donation & Reward Crowdfunding.

Per quanto riguarda la Donation & Reward il mercato vale complessivamente quasi 74 milioni di Euro, nel 2019 ha raccolto 16.003.202 euro. Inoltre, sono state 14.806 le campagne del 2019, con un tasso di successo del 51%.

 

Lending Crowdfunding.

Il Lending ha raccolto 79.357.336 Euro nel 2019, sono più di 37 mila le campagne lanciate, con un tasso di successo del 72% e una raccolta media a campagna di 116.458 euro.

 

Di seguito proponiamo un’infografica che inquadra la raccolta e l’andamento dei 3 modelli più importanti e di successo, così come il Crowdfunding per intero:

Lo Staff di Studio Gambera aiuta aziende e StartUp a trasformare idee in progetti, aiuta a definire gli obiettivi da raggiungere, supporta al cambiamento al fine di applicare con efficacia le soluzioni concordate, ricerca risorse finanziarie e supporto di una rete di partners nazionali e internazionali.

Se sei interessato alla valutazione preliminare e/o ai mezzi per finanziare il tuo progetto, contattaci e ti forniremo la soluzione migliore.

 

Per approfondire:

https://it.businessinsider.com/lanno-record-dellequity-crowdfunding-nel-2019-raccolti-65-milioni-di-euro-per-138-campagne/

https://www.huffingtonpost.it/entry/equity-crowdfunding-il-mercato-e-quasi-raddoppiato-in-un-anno-le-attese-per-il-2020_it_5e26d272c5b673621f7b9800

https://www.lastampa.it/tecnologia/idee/2020/02/10/news/report-sul-crowdfunding-in-italia-nel-2019-il-volume-e-quasi-raddoppiato-rispetto-agli-anni-precedenti-1.38447603

https://blog.starteed.com/article.html?idA=2603272528428-348#il-crowdfunding-in-italia:-tutti-i-numeri-e-le-piattaforme-

https://crowdfundingreport.it/assets/reports/Il-Crowdfunding-in-Italia-Report-2017.pdf

https://crowdfundingreport.it/assets/reports/Il-Crowdfunding-in-Italia-Report-2018.pdf

https://www.crowdfundingreport.it/assets/reports/Il-Crowdfunding-in-Italia-Report-2019.pdf