La Regione Emilia Romagna ha stanziato 57 milioni di euro per l’avvio di nuove attività o per l’ampliamento di attività esistenti nei comuni colpiti dal sisma del 2012. Le risorse vengono assegnate nella forma di contributi a fondo perduto. L’obiettivo perseguito è sostenere la rivitalizzazione e il ripopolamento dei centri storici.

Il Bando ha suscitato notevole interesse: le precedenti finestre si sono chiuse dopo poche ore dall’apertura a causa delle numerose richieste inviate. Si è deciso infatti di aprire due Bandi Straordinari per consentire l’invio della domanda ai soggetti che non avevano terminato la procedura prima della chiusura anticipata.

L’elevata richiesta di fondi per la realizzazione di nuovi progetti o per l’ampliamento di attività esistenti è espressione del desiderio e della volontà di ripartire degli abitanti delle zone colpite dal terremoto. Per questo motivo si è deciso di destinare altri 5 milioni di euro per completare il piano di rivitalizzazione.

Queste risorse saranno assegnate durante la quarta e ultima finestra del Bando nella misura di contributi a fondo perduto. Con ordinanza del 20 luglio 2020 si è confermata la data del 4 marzo 2021 per l’invio della domanda. Per avere maggiori informazioni, visita il sito della Regione Emilia Romagna.

Contattaci se vuoi ottenere una consulenza. Il nostro studio è in grado di supportarti nella fase di invio della domanda. Ti seguiamo inoltre nel processo di rendicontazione necessario per l’erogazione dei fondi sino alla liquidazione degli stessi.